Tinteggiature

Coloriture e Tinte di qualsiasi tipo e genere, preparazione e rasatura a lampada per garantire una perfetta lisciatura delle pareti e dei soffitti.

Molteplici soluzioni con qualsiasi tipo di carta da parati.



    • COLORITURE DI QUALSIASI GENERE
    • COLORITURE CON TECNICHE PARTICOLARI
    • VELATURE
    • COLORITURE PER RINFRESCARE APPARTAMENTI DA AFFITTARE
    • COLORITURE DI BAGNI
    • COLORITURE CUCINE
    • COLORITURE BOX E CANTINE
    • OTTIMI MATERIALI IMPIEGATI ANALLERGICI E ATOSSICI



Soluzione 1


Nel caso in cui i muri della vostra stanza o casa siano solo da colorare si procede nel seguente modo:

Si controlla attentamente l’eventuale presenza di piccole crepe o cavilli, piccoli buchi, o vecchia pittura scoppiata o in fase di distacco.
Con un raschietto si allargano i piccoli cavilli e si raschia la pittura"ammalorata" e cioè degradata.
Si stuccano le piccole imperfezioni con idrostucco, almeno a due riprese.

Una volta asciugato lo stucco lo si carteggia con apposita carta abrasiva.

Ecco che siamo pronti per colorare il nostro locale con almeno due mani di tinta di colore a vostra discrezione, lasciando asciugare bene la pittura fra la prima e la seconda mano

Sul tipo di tinta o di tecnica si ci può sbizzarrire stando sempre attenti a profilare o a nastrare in modo accurato nel caso in cui adoperiate tecniche o tinte diverse.

Soluzione 2


Tenete conto che la fase di sigillatura e copertura deve essere fatta sempre in modo accurato e meticoloso.

Se troviamo la carta da parati, bisogna rimuoverla.
Come?

Con metodi moderni: Comprate un prodotto apposito da un colorificio da diluire nell’acqua e poi lo spennellate a più riprese sopra la carta da parati.
Con metodi più tradizionali ed economici: Diluite nel secchio dell’acqua del semplice sapone per i piatti che andrà spennellato anch'esso a più riprese su tutti i muri.
Vedrete che la carta da parati inizierà a staccarsi.

Staccata la carta da parati e raschiato il muro dalle pitture vecchie in fase di distacco, si procede dando una mano di fissativo all’acqua a pennello su tutte le pareti e soffitti.
Una volta asciugato il fissativo, si procede alla stesura totale su tutti i soffitti e le pareti di una mano di idrostucco a spessore, steso con un apposita mannara in acciaio, tentando di lisciarlo il più possibile.
Una volta asciugato la prima mano di stucco, si procede alla stesura totale di una seconda mano di stucco su tutte le superfici, con idrostucco a finire, incrociando le passate.

Una volta asciugato anche la seconda mano di stucco si procede a carteggiare lo stucco, eliminando le imperfezioni passando a più riprese della carta abrasiva.
Il segreto per avere una parete perfettamente liscia è quello di carteggiare i muri e soffitti al buio facendosi luce con una piccola lampada portatile, dove anche il più piccolo difetto si riesce a notare.
Si ripulisce tutto accuratamente dalla polvere e si da una seconda mano di fissativo.

Ecco che adesso possiamo iniziare a colorare dando sempre due mani di tinta e possibilmente usando solo materiali di buona qualità.